ABDICARE PER SPLENDERE DI LUCE IMPROPRIA


ABDICARE PER SPLENDERE DI LUCE IMPROPRIA

Il compito di ogni essere umano è brillare di luce propria. È questo quello che si fa in psicoterapia, ritrovare la brillantezza.

Esistono Paesi in cui la moglie del dottore è chiamata dottoressa ed altrettanti in cui la scelta di chi sposare è legata alla posizione sociale che si vuole ottenere. Ma nè nel primo caso nè nel secondo si splende di sé stessi. Esistono persone che scelgono tutta la vita per far piacere a qualcuno e chi insegue l’ombra di qualcun altro. Un’abdicazione dolorosa del proprio valore personale di cui non sempre si è consapevoli. A volte lo si fa perché si pensa sia l’unica strada di affermazione per poi scoprire con il tempo che era “una trappola”, un modo triste di stare nella scatola. E questo accade trasversalmente per gli uomini e per le donne, qualsiasi sia lo status.

La questione riguarda l’identità, il lavoro costante che bisogna fare per riconoscere il proprio valore senza esacerbare alcunché.

Si abdica ogni volta che non ci si sente all’altezza in un ambito piuttosto che in un altro.
Si abdica quando si smette di realizzare realmente se stessi.
Si abdica ogni volta che permettiamo agli altri di scegliere per noi.
Si abdica per paura, insicurezza, ansia, scoraggiamento.

E questa abdicazione crea un vuoto ed una solitudine che difficilmente si colmeranno se non prendendo in mano le redini della propria bellezza.

Tutto è possibile se hai il coraggio di agire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *