La RESILIENZA e la SPERANZA ai tempi del Covid 19


La RESILIENZA e la SPERANZA ai tempi del Covid 19

In questo periodo ci viene richiesto di essere resilienti.
La RESILIENZA è la capacità di affrontare e superare le difficoltà della vita.

Questo implica:

🧘‍♀️CONOSCERE se stessi;

🧘‍♂️coltivare la SPERANZA ;

💇‍♂️mettere in atto buone STRATEGIE per fronteggiare le difficoltà;

👫puntare sul rafforzamento dei RAPPORTI interpersonali;

❤️ dare SENSO alla propria vita.

Ognuno dei fattori elencati merita un approfondimento per meglio comprendere se stessi in questa strana situazione.

Quanto HA CONTATO fino ad ora conoscersi bene?

Cosa ci HA INSEGNATO questo momento storico?

Come abbiamo vissuto le RESTRIZIONI imposte a livello nazionale?

Come ci siamo rapportati con le FONTI di informazione?

In che modo le notizie hanno impattato sul BENESSERE PSICOFISICO?

Ci sono persone che si sono riscoperte più forti, che sono riuscite ad organizzarsi e a pianificare le giornate con i propri cari.
Altre si sono riscoperte più fragili e non sono riuscite a gestire lo stress che tale situazione ha comportato.

Tutti sono stati costretti a RIVEDERE il proprio concetto di TEMPO e di SPAZIO e le proprie PROGETTAZIONI.

Sono saltati impegni importanti a data da destinarsi. Alcuni addirittura non hanno potuto sposarsi né potranno farlo a strettissimo giro. C’è chi ha perso il lavoro. C’è chi, molti purtroppo, hanno perso i loro cari, partner, figli, amici, parenti.

Un momento davvero difficile.

Come sopravvivere a tutto questo?
Come uscirne feriti, certo, ma PROATTIVI?

Viktor Emil FRANKL, sopravvissuto ai campi di concentramento, ci ha lasciato una delle esperienze in assoluto più resilienti da cui trarre ispirazione.

Egli scrisse: “Il potenziale umano al suo meglio è trasformare una tragedia in un trionfo personale, per trasformare la propria situazione in un risultato umano.”

Nella sua frase, un’indicazione: TRASFORMARE una TRAGEDIA in un TRIONFO personale che sia anche un RISULTATO umano.

Un invito a togliersi l’abito del robot e ad essere se stessi, VISCERALMENTE se stessi, liberi dalle sopraffazioni sottili e grossolane, capaci di comprendere le circostanze, con la propria testa e non con “soluzioni preconfezionate” su qualsiasi aspetto dell’esistenza.

COME?

Intanto, guardandosi dentro e sviluppando uno stile emozionale positivo che permetta di non farsi sequestrare dalle paure e dalle preoccupazioni, ma che permetta di leggere la realtà nei suoi aspetti più costruttivi.

C’è necessità di darsi e dare il GIUSTO VALORE e rivedere e realizzare le proprie priorità. Flankl invia a partire dall’umanità.

“Il DOLORE offre un contributo costruttivo alla vira creativa e spirituale. È davvero capace di temprare l’anima” afferma Goleman, lo psicologo che tra tutti gli studiosi, ha meglio approfondito e diffuso il concetto di intelligenza emotiva.

Ed è in linea con quanto sostiene Frankl.

Bisogna imparare a REINQUADRARE le situazioni in termini di insegnamenti.

Curare le proprie CONVINZIONI e le proprie EMOZIONI, prendere coscienza di come reagiamo agli EVENTI e ai RAPPORTI sono importanti per migliorare la qualità della vita e delle relazioni.

Ormai è risaputo che il nostro ATTEGGIAMENTO incide sulla nostra BIOLOGIA. Tanti gli studi epigenetici che dimostrano tale assunto.

Chiediamoci:
🤔“Cosa posso fare per migliorarmi”?

🤔“Quale aspetto di me devo smussare e quale potenziare”?

🤔“Cosa posso fare per migliorare il rapporto con il mio partner”?

🤔“Cosa posso fare per migliorare il rapporto con i miei bambini”?

Di certo, DIALOGARE SENZA PRESUPPORRE di sapere come andrà a finire o cosa pensa e dirà l’altro.

IMPARIAMO AD ASCOLTARE.
EVITIAMO DI PRESUPPORRE.

Un DIALOGO AUTENTICO si basa su questa semplice regola e ci dice che uno degli errori più frequenti e letali è quello di dare l’altro per scontato.

Questo periodo, per chi lo sta trascorrendo con i suoi cari o con alcuni di loro, ha imposto una convivenza h24 e ciò ha comportato la creazione di nuove routine, la presa di coscienza di alcune sfumature caratteriali.
Alcuni si saranno stupiti piacevolmente, altri meno.

Sta di fatto che il covid 19 sta spingendo a SCEGLIETE CHE VITA VIVERE, a quale ritmo e con quali presupposti. Sta insegnando a guardarsi dentro per dare un senso vero alla propria esistenza.
Per cui, alcuni stanno per prendere delle decisioni importanti sul loro futuro.

E IL FUTURO è quanto mai incerto.

L’unica CERTEZZA che abbiamo è che bisogna imparare a costruirlo smettendo di delegare agli altri le responsabilità dell’azione e assumendo in modo consapevole il comando. Ora più che mai bisogna rispondere con schiettezza alla domanda: “cosa voglio fare da grande?” e tirare fuori la grinta per rispondere e realizzare.

Io non credo che ciò che accade, accada per caso.

Io credo nella RESPONSABILITÀ PERSONALE, nella forza dirompente della speranza che ha poco a che fare con l’illusione e molto con la CHIAREZZA delle METE da raggiungere, le STRATEGIE da usare e l”ENERGIA da impiegare.

Ce lo hanno spiegato Charles Richard SNYDER con i suoi studi sull’argomento ma anche personaggi come FRANKL di cui ho scritto sopra, MARTIN LUTHER KING , GANDHI ed anche le persone che conoscete e che ammirate per la loro capacità di realizzare i loro obiettivi.

Sono TUTTE PERSONE RESILIENTI e tutti ha un forte senso concreto di SPERANZA .

Posseggono una buona INTELLIGENZA EMOTIVA , leggono i tempi in termini di possibilità e sanno cavalcare l’onda riconoscendo i propri e altrui pensieri, i propri e altrui sentimenti.

Ora chiediti:

“VOGLIO DAVVERO TRIONFARE?
Voglio davvero uscire più forte da questa situazione”?

Se la risposta è si, SORRIDI perché è POSSIBILE.
Buona domenica

Angelina Pettinato, psicologa – psicoterapeuta

Articolo uscito nella pagina Facebook Il Germoglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *